Dylan Dog – Vittima degli eventi: un film in crowdfunding

L’altro giorno apro il portale di RaiNews, e lo scorro. Dopo Renzi, Renzi e Renzi, intervallato da qualcosa di vagamente minaccioso come Putin e la Crimea, improvvisamente una notizia mi coglie alla sprovvista: un film su Dylan Dog.

Poi ancora Renzi.

Un altro film su Dylan Dog, quindi? Un’altra occasione sprecata per vederne fatta una trasposizione umiliante? Eh no, aspè, vedemo n’attimo. Così apro e scopro che è un progetto a cura di Luca Vecchi (The Pills) e Claudio Di Biagio (Freaks!), con Valerio Di Benedetto ad interpretare l’indagatore dell’Incubo. Tra l’altro faccio notare che chi ha redatto la notizia di RaiNews era assatanato e dylaniato dall’evento, perché nello scrivere l’articolo ripete per due volte le stesse cose. Ma andiamo avanti.

La prima considerazione è che evidentemente quando è uscita la notizia di questo progetto ero intento a salvare il mondo, uno dei tanti possibili. Oppure ero troppo concentrato a intendere la musica delle sfere celesti.

Ma la vera domanda è: questo tentativo ci farà finalmente dimenticare tutto ciò che di brutto è successo, cinematograficamente parlando, al nostro eroe Dylan?

Lasciamo prima di tutto la parola agli autori del misfatto, in un’intervista rilasciata alla Yamato durante il Lucca Comics del 2013.

“… il personaggio di Dylan Dog viene riformattizzato, viene rebboottato, ed è molto fico…”. Ed è subito il tremore alle gambe, il formicolio alla spina dorsale. Ma come avete visto si rincara la dose: “… forse il fondamentalista appassionato di Dylan Dog potrebbe avere qualcosa da ridire però obiettivamente se è una persona curiosa ed intelligente apprezzerà le similitudini ma anche un certo aggiornamento del personaggio che va posto in un contesto un po’ più odierno…” . Ecco alcune delle frasi incautamente formulate allora da Luca Vecchi. Ma rimane fatalmente impresso il pragmatismo di Di Biagio: “Pe’ completare il budget ce servono quei du’ spicci pe’ la postproduzione che ce stà a costà un boato”.

Ora, visto che le piotte le hanno raccolte e che il film sta per uscire davvero, evidentemente il pio Giuda Ballerino ha voluto benedire personalmente questa impresa.

Battutacce a parte, andiamo un po’ più nel dettaglio. Il film “Dylan Dog – Vittima degli eventi” è un progetto che ha raccolto i suoi denari attraverso delle offerte in crowdfunding presso il sito IndieGoGo. Come ricorda Di Biagio nell’intervista, avendo i diritti gli americani, il film è una impresa no-profit. Per quanto concerne la durata è un mediometraggio di 60 minuti, che oltre alla partecipazione del già citato Di Benedetto e dello stesso Vecchi nei panni di Groucho, prevede anche quella di Alessandro Haber (Bloch) e Milena Vukotic (Madame Trelkvoski).

Ora non resta da sperare che al coraggio di Vecchi, Di Biagio e Di Benedetto – nonché di tutti coloro che hanno sganciato la grana – corrisponda un bel prodotto. Teniamo le dita incrociate per questo Dylan in salsa romana.

Nota: per chi volesse continuare a farsi un’idea, ecco anche un’altra intervista un po’ più pacata. Dura circa 11 minuti, e per quel che può contribuisce a darci qualche informazione in più.

Lemony Snicket’s A Series of Unfortunate Events

Video

Un bel pezzo d’animazione tratto dai credits di Lemony Snicket – Una serie di sfortunati eventi, un film non stupido e certamente un po’ sadico.

Una fiaba “nera” con una morale concreta: quello che non ci aspettiamo, se lo sappiamo prendere ed affrontare con speranza, invece che occasione di sconfitta può essere un’opportunità per sopravvivere meglio di quanto avremmo creduto.